lunedì 14 luglio 2008

Crolla fabbricato in pieno centro di Napoli


Ormai è notizia da diversi giorni del crollo avvenuto in Via Portacarrese a Montecalvario, un fabbricato di 5 piani venuto giù in un attimo, intorno alle 16.30 del 11 luglio 2008, la sala operativa del 115 riceve diverse telefonate di cittadini che segnalano il crollo, la tensione sale, inviate immediatamente sul posto due squadre la 18B e la 1B, tra i primi ad arrivare subito dopo pochi minuti, gli uomini della 18B che si avvalgono per potersi muovere nello stretto tessuto urbano di un furgone Colibrì, loro arrivano subito e si rendono conto dell'evento, danno le prime notizie, gli animi dei residenti sono concitati, i primi sforzi sono protesi a comprendere se nel crollo sono rimaste coinvolte delle persone.Oggi 14 luglio da buona tradizione popolare napoletana si tira in ballo la "solita" statua di madonnina che ha fermato le pietre...

Ma cerchiamo di dare un minimo di verità storica dell'evento, il pomeriggio dell'11 luglio nei paraggi si trovava un "Vigile del Fuoco" che ai primi segni di caduta di intonaci e cornicioni ha subito letto i segnali dell'imminente crollo e fatto sgomberare la strada e contattato la sala operativa 115 per i soccorsi(dal Il Mattino del 12 luglio 08) Ne parla il giornale e ne fà anche il nome quindi ne parliamo anche noi, si chiama Francesco De Martino, attualmente copre la carica di Ispettore Antincendio, fino a qualche anno fà Capo Reparto, ma la sua impronta nel comando la lasciata quando da Capo Squadra è entrato a far parte nel Nucleo di Verifiche Stabilità, nucleo storico del Comando che si è occupato di effettuare verifiche di stabilità al fine di stabilire nell'immediatezza l'agibilità di un fabbricato, altra impresa storica di questo nucleo fu l'evacuazione del palazzo all'Arenella che crollò anche lui dopo pochi minuti. Oggi "Franco" per gli amici ha preparato, in collaborazione con altri funzionari del Corpo, un Corso di formazione in Dissesti Statici e primi interventi provvisionali.

Poi la tecnologia moderna, con l'uso di cellulari, ha fatto il suo con la ripresa in diretta del secondo crollo


Link al sito www.vigilfuoco.it con la notizia

2 commenti:

InAmbienTe ha detto...

Grande plauso al vigile del fuoco che ha percepito l'imminente disastro ed ha evitato una possibile strage. Quello che mi sconcerta di questo crollo è che l'dificio è pericolante dal lontano (e fatidico) 1980,l'amministrazione comunale ha provveduto solo ad alcuni interventi di somma urgenza e poi più nulla. Fortuna che non ci ha rimesso la pelle nessuno!!

gianpla ha detto...

Non è l'unico edificio in questo stato, ce ne sono di diversi e qualcuno è ancora abitato, ai voglia di fare fonogrammi sgomberi e altro, come al solito finché non ci scappa il morto....nulla si muove